La battaglia degli hardware per minare Bitcoin si sta scaldando in vista dell'Halving
14 maggio 2020
Luke
di Luke

Traduzione di "Bitcoin Mining Hardware War Is Heating Up Ahead of the Halving" pubblicato su Coindesk il 17 Aprile 2020.

mining farm

In attesa dell'halving che avverrà in meno di 10 giorni, la MicroBT di Shenzhen sta per lanciare tre "minatori" per Bitcoin di alta qualità, nel bel mezzo dell'accesa competizione con Bitmain.

Chen Jianbing, COO di MicroBT, durante un evento online tenutosi venerdì, ha annunciato che i tre nuovi modelli (the WhatsMiner M30S+, M30S++ and M31S+) saranno disponibili sia da inventario di magazzino che da pre-ordine e potranno essere consegnati entro 30 giorni.
La mossa sottolinea come MicroBT sia testa a testa nella competizione multimiliardaria del mercato degli hardware per minare con il maggior rivale Bitmain. Questa a sua volta ha in programma di lanciare il primo lotto di propri "minatori" AntMiner S19 e S19 Pro a Maggio.

Durante l’evento Chen ha sottolineato la rapida crescita di MicroBT nel 2019, che ha raggiunto la vendita di 600.000 unità della propria serie WhatsMiner M20 (come ha riportato Coindesk a febbraio), spazzando via la lunga predominanza del mercato di Bitmain.
Il COO ha riferito che il volume delle vendite del 2019 è raddoppiato rispetto al 2018, aumentando la sua potenza di calcolo venduta a 35 milioni terahash per secondo (TH/s). Il 35% della totalità della hash rate della rete di Bitcoin alla fine di Dicembre .

I nuovi modelli si aggiungono alla già esistente linea di produzione M30 di MicroBT, che include i precedentemente lanciati WhatsMiner M30S e M31S.

La guerra dell'efficienza

efficienza mining

Grazie alla ormai prossima spedizione delle più recenti macchine da parte di entrambi i principali produttori, il mercato degli hardware per minare bitcoin sta ora entrando in ciò che Chen ha chiamato la "3X era", riferendosi ad un'efficienza del minare inferiore ai 40 watt per terahash (W/T)

Per intenderci: W/T misura quanta elettricità una macchina per minare consuma per ogni terahash di potenza computazionale. Dato che minare bitcoin è un processo computazionale che richiede molta energia, un minatore con un più basso rapporto W/T sarà capace di portare a casa un maggiore utile lordo.
Questo metro di misura è diventato considerabilmente più importante in vista del prossimo "dimezzamento" che ridurrà l'ammontare dei bitcoin guadagnati dall'industria del minare al giorno da circa 1.800 a 900 unità.

Per capire meglio come funziona l'halving, ascoltate: S02E03 - Il dimezzamento incombe

Secondo le specifiche dell'azienda, l'M30S è capace di computare a 100 TH/s con un efficienza di 34 W/T, mentre l' M30S++ può computare fino a 112 TH/s a 31 W/T. La versione precedentemente lanciata M30S afferma di rilasciare un'efficienza di 38 W/T.
D'altra parte l' M31S e il precedente M31S posseggono un efficienza di 42 W/T. Ciò nonostante Chen ha fatto sapere che il nuovo modello avrà l'opzione di passare ad un più basso voltaggio per migliorare l'efficienza sotto i 40W/T.

Per fare un paragone, secondo le indicazioni di Bitmain, è stato riportato che le macchine AntMiner S19 e S19 Pro sono capaci di computare rispettivamente a 95 TH/s e 110 TH/s con un efficienza di 34W/T e 30 W/T.

Tempi duri

Eppure tutti i produttori stanno affrontando tempi difficili nel vendere attrezzatura in queste condizioni del mercato, con le attività di mining che si prendono un momento di pausa per vedere come reagirà il prezzo del bitcoin dopo l'halving.
I maggiori manifatturieri dovettero abbassare il prezzo delle loro strumentazioni dopo il precipitare del prezzo del bitcoin nel Marzo 2012, con la più grande liquidazione dal 2013.

Vincent Zhang, responsabile delle vendite di MicroBT, durante l'evento di lancio ha dichiarato che il WhatsMiner M30S ha ora un prezzo di $ 1.962 (in calo rispetto ai $ 2.500 di quando fu stato inizialmente rilasciato). Per i nuovi modelli annunciati oggi, il M30S+ e il M30S++ hanno un prezzo fissato rispettivamente di $ 2.740 e $ 3.899 per unità.

A seguito delle recenti riduzioni dei prezzi, produttori come Bitmain hanno anche dovuto rimborsare parzialmente i clienti che hanno effettuato preordini al prezzo più elevato, una politica che l'azienda aveva adottato negli ultimi anni.
Zhang ha affermato che ora MicroBT sta imponendo la stessa politica nella propria offerta per mantenere i clienti soddisfatti. Gli utenti che hanno effettuato preordini a un prezzo superiore rispetto al valore al dettaglio al momento della consegna riceveranno una compensazione per la differenza, come per Bitmain, in buoni sconto. Questi possono essere riscattati solo fino al 10% del valore su un prodotto addizionale acquistato da MicroBT.

Sebbene MicroBT abbia guadagnato una grande quota di mercato nel 2019, lo stesso ebbe problemi a rispettare i tempi di consegna promessi ai clienti, subendo fino a diversi mesi di ritardo. Zhang ha affermato che l'azienda compenserà i clienti in buoni sconto equivalenti allo 0,3% del valore di una macchina preordinata per ogni giorno di ritardo nella consegna.

Inoltre, MicroBT estenderà la sua politica di garanzia per la serie M30 a un anno dopo la consegna, più lunga della media della garanzia usata nel settore.